💻🍹 Coding & relax presso "Case al Borgo", un "insolito" hotel.
daAndrea M.2 luglio 2017

💻🍹 Coding & relax presso "Case al Borgo", un "insolito" hotel.

Da:Agira

Ciao amico coder!

Mi chiamo Andrea Mangano e sono un appassionato sviluppatore web ed aspirante imprenditore di successo (per ora ho collezionato un sacco di fallimenti ma ne saprò abbastanza per la prossima vita! 🤑). Ma la cosa più importante per me adesso (e al tempo stesso la mia più grande sfida) non è lanciare un business redditizio! Sto provando a migliorare la mia vita passo dopo passo senza trascurare i miei impegni e il mio lavoro. Lascia che ti racconti come e perché.


Inizio con il dirti dove mi trovo. Oggi sto scrivendo codice da Agira, una piccola città antica nel cuore della Sicilia. Son qui da appena un giorno e sto male al solo pensiero che domani sera farò ritorno a casa.

Ogni giorno cerchiamo modi per rilassarci a lavoro e ridurre lo stress accumulato. Ciò che ho fatto oggi e ho intenzione di fare periodicamente, è l’esatto opposto: trovare un posto bellissimo e rilassante da dove lavorare.

Durante questo viaggio, ho avuto l’opportunità di trascorrere questi due giorni presso “Case al Borgo”, un inusuale ma straordinario “albergo” collocato nel centro antico di Agira. Si tratta di una tipologia di albergo (per la precisione “Albergo diffuso”) che non è costruito in un unico blocco, ma formato da un complesso di più edifici d’epoca all’interno di un piccolo borgo abitato.

ristorante case al borgo agira
Il ristorante.
piscina case al borgo agira
La piscina.

Le camere di “Case al Borgo” corrispondono ad intere case del centro storico e i corridoi dell’albergo alle piccole strade del borgo. C’è anche un punto di incontro e ristorazione che offre buon caffè, dolci tipici e deliziosi piatti!

Nella piccola ma graziosa casa in cui alloggio, ho ripreso a lavorare ad un progetto personale, lanciato insieme al mio caro amico Luciano pochi mesi fa (fullstackbulletin.com). Da quando ho chiuso la mia startup, amo lavorare su piccoli progetti nel tempo libero, senza l’ansia delle scadenze e senza la pretesa di aver successo.

E’ un altro bel modo per evadere dalla routine lavorativa!

Quando la tua passione si converte nel tuo lavoro è fantastico, ma corri il rischio di limitarla e condizionarla. Perché una passione è libertà, il lavoro no. Sbaglio?

Per evitare di odiare il mio lavoro che è anche la mia passione, sto provando a farlo in modo diverso.

io il mio portatile agira
Io, il mio portatile sulle spalle e l’infinito (e oltre)!

Per anni ho sognato di spezzare le catene quotidiane ed ottenere di più dalla vita come professionista e come uomo. Mi son trasferito in diverse città in Italia e per un periodo in Irlanda, inseguendo il sogno di una vita spensierata.

Come è andata? Son stato capace di rendere ogni cosa più complessa allontanandomi dal vero obiettivo. Ho dedicato il mio tempo e le mie energie, investito i miei risparmi, male.

Nella maggior parte delle vite, tempo, spazio e denaro sono il peggior tipo di nemici: quelli che ti risparmiano la vita per renderti loro schiavo.

E’ stato lo stesso per me. Nella mia vita tutto sembrava terribilmente urgente e importante. Sentivo che non c’era abbastanza tempo per far tutto e non potevo fermarmi. Allora sottraevo tempo alla mia esistenza in cambio di una promessa di felicità futura.

Avrei dovuto capirlo e fermarmi prima. Avrei riso di più e litigato meno con le persone a me vicine.

lago pozzillo
Il lago di Pozzillo, a pochi km da Agira. Non ho avuto il coraggio di fare un tuffo dentro! 😅

Le cose cominciano a incastrarsi alla perfezione quando siamo concentrati su ciò che vogliamo. — Paulo Coelho

Quello che cercavo era maggiore libertà e serenità. Lavorare senza rinunciare alla mia vita. Godermi la vita senza rinunciare al mio lavoro.

Quando il lavoro ti stressa, ciò influenza negativamente la tua vita in ogni suo aspetto. Corri il rischio di diventare ciò che non sei. Persegui obiettivi che non ti soddisfano a pieno. A volte ne sei consapevole ma non riesci a spezzare la catena, sei schiavo.

panorama agira
Alzo lo sguardo dal computer. Fuori dalla porta un sogno ad occhi aperti.

Ho avuto la possibilità di andare al di là del nero tunnel e di intravedere colori all’orizzonte, una prospettiva di vita diversa e felice. Me ne sono innamorato come della donna con cui vivo.

Oggi lavoro da remoto e ho fede in questa nuova avventura. Ho fatto ritorno nella mia isola (la Sicilia) e, dopo tanti anni, riabbracciato i miei cari.

Caro code friend, oggi scrivo codice dal mio paradiso!

Il mio Mac non poggia più su una scrivania d’ufficio. Non nascondo che la bellezza del posto mi distrae dal monitor più di quanto possano fare mille voci e mille diversi rumori (chi ha lavorato per anni in luoghi frenetici e caotici sa a cosa mi riferisco!).

stanza case al borgo
Accomodati nel piccolo salotto del mio ufficio!
four legged friends
Amici a quattro zampe.
fighi d'india strada
Fichi d’india nella strada del borgo.

Forse avrei scritto più linee di codice e meno parole se fossi rimasto a casa. Ma sono di splendido umore e le mie batterie sono di nuovo cariche. Questa è la cosa che più conta.

Vorrei dirvi di più ma è già tempo di far le valige. Spero di scrivere ancora da altri splendidi posti. Alla prossima!

Da:Agira2 luglio 2017
— Andrea M.

Storia successiva

Scritto da

Andrea Mangano

UI/Web Developer, buon gustiaio, uomo romantico e visionario, curioso della vita. Cofondatore di Fullstack Bulletin